domenica 11 ottobre 2009

Torta autunnale al profumo di fragola

Ho detto profumo...


delle fragole c'è solo il profumo :)
solo prodotti di stagione nello spaziofornodib...

...e allora non può essere altro che uva fragola!

Adoro questa torta, superveloce e quasi dietetica, ma purtroppo riesco a realizzarla solo un paio di volte all'anno, nel breve periodo in cui trovo sulle bancarelle del mercato l'uva fragola.

L'idea è nata da una torta ciambella che viene fatta
nelle mie zone con l'Uva di Clinto.

Oltre ad aver eliminato tutti i prodotti di origine animale e lo zucchero,
sono stata costretta a sostituire l'Uva di Clinto con l' Uva fragola, visto che ormai nelle nostre campagne la prima è sempre più rara.

INGREDIENTI:
per una tegli di 22 cm. di diametro

240 g di farina TIPO 2
40 g di maizena
200 g di uva fragola
150 g di succo di mela limpido
60 g di malto di mais
40 g di olio e.v.o.
la buccia di 1/2 limone grattuggiato
1 bustina di cremortartaro
poco zucchero di canna per decorare (facoltativo)

Mettere in una ciotola l'olio, unire il malto e la buccia del limone, mescolare leggermente.
Setacciare la maizena e unirla agli altri ingredienti nella ciotola, mescolando fino ad ottenere una specie di crema.
Aggiungere il lievito alla farina.
Sempre mescolando unire al composto la farina ed il succo mela, infine aggiungere l'uva.
Per decorare la torta potete spolverarne la superficie con poco zucchero di canna.

Distribuire la torta sulla teglia oleata ed infarinata e infornare.

Io preferisco sempre infornare le torte a 60° impostare la temperatura del forno a 170° e una volta raggiunta cuocio la torta per circa 20 m.

3 commenti:

  1. non tutti sanno cosi malto di mais...ma io si!

    RispondiElimina
  2. Prima o poi scriverò un post sul malto...è un ingrediente veramente insostituibile :D

    RispondiElimina
  3. ciao ambra, grazie del commento, fantastiche le tue torte e devono essere buonissime!!! ho visto che ti sei unita ai miei lettori, io non posso farlo con te? non hai la lista vero? o sono io che non la trovo?
    Un saluto, silvana

    RispondiElimina